1. Una donna su nove viene colpita da carcinoma mammario, perciò la prevenzione del cancro al seno è una lotta quotidiana nel mondo. Ogni donna può riappropriarsi della propria salute iniziando a prevenire questa ed altre forme di cancro con dei semplici accorgimenti quotidiani. Perciò sono moltissime ogni le campagne di sensibilizzazione per il riconoscimento precoce dei sintomi del cancro al seno e la diagnosi immediata.La prevenzione del cancro al seno inizia in giovane età e continua nell’arco di tutta la vita di una donna. I numeri parlano chiaro, sono proprio le donne over 50 ad essere maggiormente colpite da questa forma tumorale. Queste le ragioni per cui la visita senologica con mammografia è caldamente raccomandata dai 50 ai 69 anni per tutte le donne.

    Cos’è la prevenzione del cancro al seno?

    I dati riportati da AIRTUM-AIOM-Fondazione AIOM mostrano che in Italia, ogni anno, ci sono ben500 nuove diagnosi di tumore al seno. Nonostante questi numeri possano far paura, è bene sapere che 9 donne su 10 vivono in seguito alla scoperta di un cancro al seno. La prevenzione è essenziale per evitare questo scomodo intruso nelle nostre vite, ma quali sono esattamente i metodi per prevenire il cancro al seno?

  2. Effettuare i controlli di routine, come la mammografia biennale dopo i 50 anni di età. Non trascurate l’importanza delle visite specialistiche, un professionista può aiutarvi a prendere in tempo la malattia e a curarla.
  3. Mangiare sano seguendo un’alimentazione adeguata alla prevenzione del cancro al seno, ovvero povera di carni rosse e ricca di legumi e fibre, in particolare verdure.
  4. Evitare uno stile di vita sedentario e svolgere almeno 4 ore di attività fisica settimanale. Ritagliarsi del tempo per svolgere sport è essenziale per combattere la sindrome metabolica e mantenere organismo e mente in salute.
  5. Eseguire a cadenze regolari l’autopalpazione, ovvero un procedimento di autoanalisi volto ad individuare la presenza di noduli nella zona del seno. Va eseguito senza vestiti, ponendo un braccio dietro la nuca ed utilizzando l’altra mano a palmo teso per verificare la presenza o meno di noduli nel seno.

    Quali visite posso fare per prevenire il cancro al seno?

    L’AIRC raccomanda l’inizio della prevenzione del cancro del seno a partire dall’età di 20 anni. Ogni anno è importante eseguire una visita del seno da un ginecologo o da un senologo. A partire invece dai 50 anni di età è bene sottoporsi ad una mammografia biennale. Si tratta di un esame non invasivo, effettuato con basse dosi di raggi X. La mammografia è consigliata a tutte le donne a partire dai 40/50 anni, in quanto questo esame consente di individuare il tumore al seno nella sua fase pre-clinica, ovvero prima che sia percepibile con l’autopalpazione.

    Quando è la settimana della prevenzione del cancro al seno?

    Ogni anno, solitamente nel mese di marzo si svolge la Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica dedicata alla diffusione delle informazioni sul cancro al seno e non solo. Inoltre sono moltissime le iniziative ogni anno specificamente dedicate ala prevenzione dei tumori al seno, come la Campagna Nastro Rosa. Grazie a questa iniziativa nel 2019, per tutto il mese di ottobre sono state moltissime le strutture che offrivano visite senologiche e mammografie gratuite.

Stai facendo o hai finito le terapie e la malattia ti ha messo a KO? So come aiutarti! CLICCA QUI