Convivere col cancro: i lati positivi della sofferenza

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da Mara48 Comments

La diagnosi di una malattia grave è fonte inevitabile di sofferenza. So che ti sembrerà paradossale, ma tutto il dolore che vivrai nella tua esperienza del cancro avrà dei risvolti positivi inaspettati.
Quali?

emme09-min

Dalla sofferenza arriva la forza.
“Supererai tutto, vedrai, sei più forte di quanto credi!”. Probabilmente ti sei sentita dire spesso questa frase, magari ti ha anche infastidito perché eri nel pieno del tuo dolore e non sentivi di avere la forza per reagire.
Non è solo una frase fatta: diversi studi psicologici hanno dimostrato che sovrastimiamo l’impatto che certi eventi negativi possono avere sulla nostra vita, in altre parole pensiamo di soffrire più di quanto in realtà soffriamo quando quell’evento realmente accade. La forza arriva affrontando la situazione passo a passo, come se il problema venisse scomposto in tanti piccoli pezzi da superare uno alla volta, mentre quando ce lo immaginiamo lo vediamo enorme e insormontabile.
Ricorda che tutte le esperienze che facciamo nella vita, belle o brutte, hanno lo scopo di aiutarci a riconoscere la nostra forza interiore e sviluppare maggiore fiducia nella nostra saggezza, nel nostro intuito, nella nostra capacità di assecondare i nostri bisogni. Pensa alla vita come a una palestra dove allenare la forza interiore: ci saranno momenti faticosi, ma la sensazione che ne consegue ripaga tutte le fatiche!

 

Dalla sofferenza arriva la chiarezza.
Quando il tumore ti mette in crisi, ti costringe a rivalutare profondamente tutta la tua vita e a darti la spinta a cambiarla. Tutto ciò che fino a quel momento ti aveva frenato (paura di sbagliare, pigrizia, timore del giudizio altrui, …) d’improvviso perde tutto il suo peso e si delinea chiaramente davanti ai tuoi occhi cosa vorresti veramente dalla vita.
Un “esperto della felicità” qual è Tal Ben-Shahar, nei suoi libri ci insegna che i tentativi di bloccare e reprimere le emozioni negative finiscono per intensificarle. Chi invece le accetta e si concede di provare anche emozioni dolorose, le vedrà pian piano attenuarsi e svanire. Più siamo coscienti delle nostre emozioni e più ci sentiamo liberi!

 

Dalla sofferenza arriva la compassione.
Quando si ha sofferto profondamente si diventa capaci di mettersi più facilmente nei panni degli altri, di capire quanto sono vulnerabili e magari anticipare una loro richiesta di aiuto. Una dote molto preziosa che arricchirà i tuoi rapporti umani.
Coltivare un dialogo con le altre persone, esprimendo se stessi in modo sincero e ascoltando gli altri in modo ematico e rispettoso è un modo in cui si esprime l’amore per sé stessi. Non siamo fatti per vivere da soli, siamo esseri umani e siamo naturalmente portati ad interagire. Capire meglio gli altri significa capire meglio noi stessi. Donare felicità agli altri significa donare felicità a noi stessi.
Non ci credi? Mettiti alla prova! Fai una gentilezza a uno sconosciuto, fai un complimento sincero a qualcuno a cui non hai mai avuto il coraggio di farlo, dì grazie a chi ti insegna o ti sostiene o ti incoraggia, regala ciò che non ti serve a chi ne ha bisogno, cedi il posto sull’autobus, prepara un dolce e dividilo con i vicini di casa…
Sono tutte cose che ti faranno stare bene a costo 0.

 

Dalla sofferenza arriva la felicità.
Potrà sembrarti una provocazione, ma non lo è: dopo aver superato i momenti più bui, sarai colta di sorpresa da piccoli momenti di felicità che arriveranno all’improvviso e da cose insospettabili. Perché sarà cambiato il tuo modo di vedere il mondo e darai più valore anche gesti semplici o piccoli scorci di bellezza che prima ti sembravano superflui o scontati.
Lo scrittore Kahlil Gibran sosteneva che la nostra capacità di provare gioia aumenta ogni volta che viviamo in pienezza il nostro dolore:
“Quanto più penetra e scava il dolore dentro di voi, tanta più gioia potrete contenere.” Mi piace questa metafora, perché rende l’idea di quanto un’occasione di sofferenza possa permetterci di scavare dentro di noi per conoscerci meglio, acquisire più consapevolezza e creare nel nostro animo nuovi spazi emotivi da riempire. Siamo noi a decidere di cosa riempirli! Pensieri positivi, gioia, amore, speranza…
È tutto nelle nostre mani!

 

Mi farebbe piacere sapere se tra di voi c’è qualcuna che ha superato il cancro e che ha riscontrato di aver guadagnato forza, chiarezza, compassione e felicità inaspettata. Se hai raggiunto tutto questo, condividi la tua esperienza commentando questo articolo!

Se invece ritieni di aver bisogno di un aiuto per poter arrivare a questi obiettivi, non facili ma assolutamente possibili, con un mini percorso di cancer coaching, ti aiuterò a renderli reali, io sono qui per te! So che sono obiettivi possibili perché li ho raggiunti in prima persona e adesso tocca proprio a te 😉

Stai facendo o hai finito le terapie e la malattia ti ha messo a KO? So come aiutarti! CLICCA QUI

Comments

  1. Elena gandini

    Condivido al 100%, tre anni fa sono stata operata di cancro al seno e da allora ho ritrovato in me stessa una forza, un coraggio e una lucidita’ che non credevo di possedere. Il mio consiglio e’ quello di non farsi schiacciare dal dolore che si prova nel sentirsi dire la diagnosi di cancro. Siamo noi stessi che possiamo sconfiggere il cancro. Crederci e focalizzarlo nella mente.le cure sono importanti ma mai quanto la nostra voglia di vivere. “Un passo alla volta” e’ quello che mi sono ripetuta ogni giorno e godere di ogni millesimo della nostra vita.

    1. Author
      Mara

      Grazie Elena per la tua testimonianza e condivido ogni tua parola! Buona vita e grazie alla vita sempre! 😀

    2. Maria

      Mi rispecchia in tutto quello che hai scritto….. Ed io come te sostengo le sorteggiato dal cancro.
      Complimenti bellissimo articolo…. Spero che molte possano cogliere e capire al 100% i lati positivi….. Senza avere timore.

      Maria Rita

      1. Author
        Mara

        Grazie Maria Rita per il tuo messaggio!! Si me lo auguro anche io 😉 … che il messaggio di positività possa arrivare forte e chiaro! Buona vita

  2. Monica

    Ho subito una mastectomia totale DX due anni e mezzo fa….da allora mi sono ripromessa che prima di tutto ci sono IO con i miei pregi e i miei difetti,poi i miei due bambini….per il resto a chi sta bene bene altrimenti si arrangiano….sicuramente mi è servito per guadagnare forza e chiarezza….ho ritrovato una grande Fede e assaporò ogni giorno la gioia di esserci anche se in un angolo del mio cervello è sempre annidata una grande paura di non poter vedere crescere i miei figli…..

    1. Author
      Mara

      Grazie Monica per la tua testimonianza e il tuo atteggiamento è proprio quello giusto per assaporare la vita e vivere a pieno … la paura non si può eliminare, ma si può fare in modo che occupi poco spazio nella nostra vita, quindi lavora su questo e vedrai che andrà tutto bene! Un abbraccio e buona vita a te e ai tuoi figli!

  3. Maria catalano

    Sarà un paradosso ma la vita cambia in meglio ti senti rinata,forse perché scopri la vita in tutte le sue angolature, pregi e difetti felice di esserci

  4. Silvia

    Silvia.
    Ho subito dopo 3 interventi la mastectomia sx e dissensione dei cavi ascellari , con intossicazione al cuore per kemio. Io non ho ancora avuto la forza di mettere la mia persona davanti agli altri, anche se questi altri quando io annaspavo nel buio non c’ erano figli compresi. Dopo sei anni mi rendo conto che ho meno forza di prima e molte più paure.

    1. Author
      Mara

      Cara Silvia, comprendo bene ciò che dici, è necessario però mettersi sul piedistallo per una volta nella vita e considerare soprattutto che la più alta forma di altruismo è un egoismo sano!
      Un egoismo che ti preserva e ti fa stare bene! Quando starai bene tu, staranno bene anche gli altri …
      Pensaci e poi se hai bisogno io sono qui per te! Un abbraccio

  5. marica

    Ho avuto il cancro al seno a 26 anni, quasi come regalo di compleanno ho subito una mastectomia e poi, per prevenzione, anche la seconda, sono passati 3 anni e mezzo; la mia vita è cambiata, indubbiamente in meglio. Ho perso tanto in questo intoppo, ho perso la parte più spensierata di me, ho perso la parte giocosa e da ragazzina (per non parlare della mia vecchia 4di reggiseno XD). Ho trovato in compenso una nuova me, forse più fragile, più emotiva.. Sicuramente più sicura di ciò che conta nella vita. Non do peso alle parole altrui.. Sto vivendo una strana “adolescenza”, in cui mi diverto e non rinuncio più a nulla. Viaggio e me la godo!
    E si, mi ci ritrovo in ogni tua parola!! ❤️

    1. Author
      Mara

      Grazie Marica per la tua testimonianza!! Capisco benissimo quando dici “ho perso la mia spensieratezza”, pensa che il mio primo cancro con chemio e radio l’ho avuto a 18 anni, quindi direi che siamo in linea … ;))
      A parte questo, però in effetti acquisisci subito la sensibilità e la comprensione di ciò che conta nella vita e quindi poi tutto il resto passa in secondo piano!
      Un abbraccio e ti auguro una vita meravigliosa 😀❤️

  6. antonietta

    8 settembre

    Antonietta Binetti

    sono stata operata 26 mesi fa alla testa del pancreas, 6 mesi di chemio e sto bene. Alterno periodi in cui dimentico
    tutto ..vivo come se non fosse accaduto a me.. faccio tutto ciò che facevo prima…e anche di più…recito, sono stata anche in tv, ho sfilato con i turbanti che crea una mia amica..per ” Donne in Rinascita”..e tutto da sola, insomma non mi perdo nulla!! poi ci sono i momenti bui..immancabili e mi sento sola!!! ho tante cose da fare e scusatemi…ma non posso perdere tempo!!! un grande bacio..ah cerco di essere vicina ad amiche che hanno bisogno di me!!

    1. Author
      Mara

      Grazie Antonietta per la tua testimonianza e concordo con te, nel vivere la vita a pien!! Goditela più che puoi e buona vita!! Grazie

  7. Ivana

    Bellissima testimonianza
    Tutto ciò che scrivi è successo a me!
    Oggi dopo due anni con il mio rinnovamento interiore sto aiutando le donne organizzo meeting, eventi zumba fitness da me definiti per la vita
    raccolgo fondi per la Lilt e da oggi sono una associazione “Una Vita in Rosa ” cercatemi si fb anzi il giorno 8 ottobre venire a trovarci a Lissone su fb troverete la locandina dell’evento
    Un abbraccio
    La Ivy
    Viva la vita

    1. Author
      Mara

      Grazie mille a te! Ti cercherò e ti verrò a trovare 😉 grazie e avanti tutta!!
      Un abbraccio

  8. Caterina d'Elia

    Io sono entrata da poco tempo in questa fase.sono ancora un poco frastornato..Non lo so ancora cosa dire e cosa fare..cerco di farmi forza ed affrontare il problema.a vite penso: domani ci sarò ancora.? Dicono che sono forte.io non lo so.lo saprò meglio andando avanti.

    1. Author
      Mara

      Cara Caterina, grazie per il tuo messaggio e ti faccio i miei migliori auguri per tutto!
      Comprendo la confusione che senti e lo stato d’animo di incertezza … direi che da una parte è più che normale sentirsi così, dall’altra ti invito di valutare un aiuto che ti possa affiancare in questo percorso, chiunque di cui tu ti possa fidare, quindi cerca e se vuoi io sono qui per te!
      Un abbraccio!

  9. Cristina

    Cristina di Trento
    Buongiorno … sto lottando anch’io contro il cancro. Questa è la mia seconda lotta dopo aver sofferto per anni di malattia psicologica . Quel che non comprendo e’ che sono sempre stata una donna felice di stare al mondo e lo sono ancora nonostante ho cambiato stile di vita per forza di cose . Però stavo bene anche prima di ammalarmi perché per me la vita è sempre stata sacra. Non mi sento cambiata ora se non in quel pizzico di angoscia in più che prima non avevo . Cerco sempre di migliorarmi e nell’interazione con gli altri sono sempre stata empatica. Sto già vivendo le cose descritte da voi sia prima che ora. Mi chiedo cosa ci sia di sbagliato in me per non aver intensificato la mia vita in gioia assoluta dopo questa sfortuna capitatami. E che mi dicono che sono anche brava .Più di così non so dare a me stessa e nemmeno agli altri . Vorrei avere più fiducia nelle cure . Grazie!

    1. Author
      Mara

      Grazie Cristina per il tuo messaggio e la tua testimonianza!
      Diciamo che il lavoro da fare su di noi è sempre in evoluzione e non finisce mai …
      Quindi se ritieni di aver bisogno, io sono qui per te!
      Buona giornata e buona vita!

  10. Barbara

    Bellissimo articolo parole semplici che rendono perfettamente l’idea
    Io ci convivo, col cancro, con alcune metastasi che per ora stanno buone li da 3 anni ,giorno in cui da donna sana sono diventata una donna rara
    Ho un Net ma sono ancora viva con le mie crisi le mie debolezze ma le mie le mie sensibilità
    Un abbraccio
    Grazie per le tue parole

  11. RIESA

    Niente di più vero in ciò che hai scritto..
    Sto finendo questa mia battaglia che dura da giugno 2016,per un tumore al retto di secondo grado,dopo cicli di chemio in.flebo,in.pastiglie,radio,intervento e ileostomia( cioè il sacchetto),ora attendo di fare l ultima operazione x togliere il sacchetto..
    Devo dire che la forza è arrivata,che ti cambia la vita e il carattere e che alla fine qualcosa di brllo arriva..
    Che dire,sto aspettando ora i momenti di felicità..
    Buona vita a tutti

  12. moni

    Quando mi hanno dato la nefasta diagnosi ho pensato che tutto fosse finito, in un secondo ho fatto il rewind della mia vita. Ma non è stato così, tutto è migliorato, dopo il periodo delle cure, chemio, radio, terapia ormonale, affrontato con serenità e forza, ho messo al servizio di donne che attraversano questo momento, entrando a far parte di una associazione di volontariato, ed è proprio vero che tendere una mano, donare un sorriso fa stare bene chi lo riceve ma gratifica anche te stesso.
    La vita è la cosa più bella che abbiamo, quindi riempiamo i giorni di vita, vivendo appieno ogni istante.
    Da quel giorno sono passati 15 anni e 7 mesi!

  13. Silvi

    8 mesi fa ho scoperto il tumore al seno. 6 mesi di chemioterapia il 31 agosto operazione hai seni 3 linfonodi intaccati. Sono sempre stata positiva .E anche in questa lotta lo sono stata .Non mi sono abbattuta o continuato la mia vita uscendo e sempre sorridente ho mostrato ha tutti che si può combattere senza cercare compassione. Sono molto cambiata in tutto . Mah sopratutto ho capito che metterò sempre in primis me stessa e mio figlio. Il tumore ti annienta ma con la forza la positività e l’aiuto del Signore puoi farcela.

  14. destefanoangela

    Io sono stata colta dal nemico all’ età di 16 anni!Ma subito dopo operata mi sentivo libera! Dopo la radioterapia mi sentivo sicura di essere guarita infatti a 18 anni subito e anche. Un pi per caso sono rimasta. Incinta mi sono sposta e fra alti e bassi ho avuto altri. Due bambini! Dopo 18anni si presenta un altro. nemico da sconfiggere. Carcinoma mammario! Mastectomia. Bilaterale preventiva a destra!4Cicli di chemio e che Dio me la mandi buona. Io faccio. Il possibile. Ma non dipende. Tutto. Da noi però. Mi godo i miei. Figli felicissima che a 35 anni ho tre gioielli. Che. Non pensavo. Nemmeno. Che potevo averli!!Adesso rispetto. Alla prima esperienza. Mi sento molto. Più debole. Però amo di più la vita!’

    1. Author
      Mara

      Grazie angela per la tua testimonianza! Vivi la vita e godi a pieno del presente!
      Del futur non c’è certezza!
      Un abbraccio

  15. Erminia di domenica

    Sono stata operata di cancro al seno 3 anni fa adesso sto bene. Quello che scrivete mi rispecchia tutto! Adesso vivo non sopravvivono! !!!!!! Vedo la vita con gli occhi della felicità anche nelle cose più banali perché penso CI SONO ANCORA. Sono molto più socievole e disponibile verso gli altri e questo mi ha portato ad accrescere le amicizie. Dico solo a chi sta combattendo: forza c’è ne vuole tanta ma tanta alla fine dopo ogni tempesta torna il sereno.

  16. Rina colpo

    Ciao anch’io nel 2014 sono stata colpita da un tumore al rene con metastasi ossee ,polmonari ,alla tiroide e dopo 2anni e mezzo sono qui .faccio la terapia in pastiglie e mi godo la pausa terapia di una settimana come fossi al settimo cielo con la consapevolezza di sentirmi bene.quello che per molti e’scontato io lo vivo con la felicita’ .fare quello che si puo’ per gli altri mi da una grande forza.e mi fa pensare meno a me stessa .ogni giorno e’ un giorno nuovo

  17. Rita

    Anch’io sto vivendo questa esperienza sebbene sia gia’ la sconda volta sento di essere forte e soprattutto di voler vivere la vita con i cambiamenti positivi che mi sta trasmettendo ….si puo’ con la mente tutto si raggiunge seppur con fatica!

  18. SARA

    Sto combattendo contro il cancro al seno molto aggressivo…sto facendo chemio ed ho due bambine di 7 e 3 anni e sono single.
    Il solo pensiero di non vederle più mi da la forza ogni giorno du sconfiggere questo male!
    Capita lo sconforto e panico ma poi ritorno calma e con la voglia di VIVERE! Passo per passo ce la farò!
    Anch’io comincio a vedere la vita in maniera diversa…mannaggia quanto ho perso tempo per cavolate!

    1. Author
      Mara

      Cara Sara, capisco molto bene ciò che provi, mi ritrovo nella tua stessa situazione! Quindi ciò che ti posso dire è quello veramente di dare valore alle cose e alle persone giuste e di mettersi sempre in prima linea, se stai bene tu, staranno bene anche le tue figlie. Buona vita

  19. michela martino

    2008 mi hanno diagnosticato un linfoma NH sono caduta in un tunnel del buio il mio solo pensiero erano le mie ragazze 15 e 10 anni ma poi pian piano sono uscita dal tunnel e confermo il tuo scritto ho accettato il tutto con una forza che non mi aspettavo sono solo in remissione non parlano di guarigione ho più paura adesso che prima ……
    Fra alti e bassi sono ancora qui e ringrazio il buon Dio

    1. Author
      Mara

      Michela grazie per la tua testimonianza e ciò che posso dirti è di fare leva sempre sulla tua forza per non dare spazio alla paura … se credi invece di aver bisogno sappi che io sono qui per te! Buona vita

  20. Guiduccua Spotti

    Io sono la mamma di Barbara che è mancata in aprile dopo aver lottato per sette anni . Condivido pienamente quello che hai scritto. Se vuoi ti racconto ciò che abbiamo vissuto. Barbara ha lasciato il marito e tre bimbe bellissime. Essa vive in tutti.noi. un abbraccio. Va tutto bene.

    1. Author
      Mara

      Grazie infinite Guiduccia per la tua testimonianza!
      Certo, se vuoi raccontare la vostra storia, sarò lieta di ascoltare, sentire e se vuoi riportare come esempio il tuo modello di vita e di pensiero! Un abbraccio

  21. Paola

    Vero. Si riparte da zero. Cambia la scala dei valori. Ogni giorno il risveglionon è scontato. Ti vuoi più bene e più bene alle persone che ti stanno vicino. Perché ogni giorno potrebbe essere l ultimo. E dici grazie vita!

  22. Nuccia

    Il mio ricordo risale a13anni fa,fortunatamente ormai,sembra che io ce l’abbia fatta,”io devo,voglio guarire”le parole che occupavano la mia mente.Forza e determinazione,auguri a coloro che stanno lottando,vi aspetta un mondo nuovo,spero realizzeretei vostri piccoli sogni,come ho fatto io!

    1. Author
      Mara

      Cara Nuccia, grazie per la tua testimonianza e ti auguro una vita meravigliosa all’altezza dei tuoi sogni! Buona vita 😀

Lascia un commento