9 modi in cui un cancer coach può aiutare un malato di tumore

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da Mara5 Comments

Una diagnosi di tumore ti fa precipitare in uno stato di paura e confusione che probabilmente non hai mai sperimentato prima.
Nessuno può prendere decisioni consapevoli e ponderate in un simile stato mentale. Per questo molti si avvalgono del supporto di un cancer coach fin da quando scoprono di avere un tumore. Un cancer coach può aiutare a liberarsi di quella paura e guidarti durante questo periodo e tutto ciò che ne consegue.

Quando una delle donne che seguo mi ha detto

“il tuo supporto è più prezioso dell’oro perché averti avuto come cancer coach ha fatto la differenza”

mi ha riempito il cuore. Allo stesso tempo mi hanno fatto riflettere queste parole: fare la differenza. Questo è il motivo per cui ci si avvale del cancer coach, perché, andando oltre i percorsi convenzionali e integrandosi agli altri professionisti che seguono il malato, il percorso di cura non sarà “standard”, ma sarà la TUA strada verso la guarigione.

aiuto
I cancer coach sono persone che hanno sperimentato in prima persona il tumore, superandolo, e poi intraprendendo un percorso di formazione specifica per dare supporto ad altri malati. Quindi nessuno meglio di noi cancer coach sa cosa si prova ad attraversare questo percorso a ostacoli chiamato cancro. Quando ho intrapreso questa professione non vedevo l’ora di potermi rendere utile. Questa è stata sempre la mia grande motivazione!

In questo articolo ho raccolto 9 modi in cui posso esserti d’aiuto se senti di averne bisogno:

1. Superare il trauma della diagnosi

È normale che con una diagnosi di tumore la mente vada fuori controllo. Preoccupazione, ansia e paura diventano parte della vita quotidiana. Il cancer coach è preparato per starti vicino in questo momento, quando ancora non puoi contare su specialisti e psicologi che ti seguono.
Cosa posso fare per te: aiutarti a comprendere i trattamenti che ti sono stati prescritti, spiegarti perché viene consigliato ogni trattamento, allontanare la tua paura in modo che tu possa prendere decisioni consapevoli.

2. Farti risparmiare tempo ed energie

Solitamente il malato passa ore e ore a fare ricerche su ogni aspetto del suo tipo di tumore e sui trattamenti raccomandati, a chiedere suggerimenti su medici e ospedali a cui affidarsi, ecc. Fare ricerche ed informarsi è fondamentale, ma si rischia di disperdere tempo ed energie facendolo senza criterio, andando a tentoni in un mondo vastissimo come è quello del tumore.
Cosa posso fare per te: orientarti nella ricerca su siti di settore, letture di libri o consulenze di specialisti che fanno al caso tuo, regalandoti tempo libero ed energie da dedicare a te stesso per iniziare attività che riducano lo stress come la meditazione, il massaggio, lo yoga, ecc.

3. Insegnarti tecniche per fronteggiare le paure

Un cancer coach ti può aiutare ad alleviare paure e preoccupazioni, sia durante la fase dei trattamenti che dopo. Sarà lì per sostenerti e monitorare i tuoi progressi emotivi. Ti sarà di supporto insegnandoti tecniche di rilassamento o di superamento dell’ansia.
Cosa posso fare per te: insegnarti metodi per affrontare l’ansia di non sapere cosa può riservarti il futuro, aiutarti a liberare traumi emotivi ed emozioni represse in modo che il tuo percorso di guarigione non sia ostacolato dal tuo stato mentale.

4. Avere sempre un’ancora di salvezza

Quando le preoccupazioni ti mettono sotto pressione, sapere che qualcuno è sempre pronto ad aiutarti, ascoltarti e a darti delle risposte è una cosa che non ha prezzo. Avendo vissuto due volte l’esperienza del tumore, so quello che dico.
Cosa posso fare per te: sarò per te una guida, uno stimolo, un sostegno, al tuo fianco in ogni fase del tuo percorso.

5. Aiutarti a costruire il tuo percorso di guarigione

Un cancer coach può aiutarti a formulare un piano di guarigione personalizzato, prendendo in considerazione la tua storia, la tua situazione familiare, il tuo stile di vita, i trattamenti che hai fatto o che stai considerando di fare. Ogni persona è diversa, ecco perché consiglio di affiancare ai percorsi di cura convenzionali anche altre azioni seguendo un approccio olistico, che ti permetta di curare non solo il corpo ma anche la mente.
Cosa posso fare per te: creeremo insieme un piano unico e personalizzato, mi integrerò agli altri specialisti che ti seguono (oncologo, nutrizionista, psicologo,…) e ti renderò parte attiva del tuo percorso di guarigione.

6. Darti obiettivi realistici

Spesso il malato di tumore non ha idea di cosa aspettarsi durante il trattamento. C’è chi vede tutto nero e chi fa scelte importanti senza cognizione di causa, sottovalutando le conseguenze. La competenza del cancer coach sugli effetti collaterali dei trattamenti e sulle ricadute psicologiche è molto utile per aiutare il malato a sapere cosa lo aspetta e a impostare degli obiettivi per il suo futuro. Nei casi tumore estremamente avanzati, il cancer coach aiuta il malato a prepararsi per ciò che è in vista.
Cosa posso fare per te: non farti arrivare impreparato alle cose che affronterai, in modo che tu possa continuare a vivere, lavorare, spostarti e goderti la famiglia, con e nonostante il tumore.

7. Aiutarti a rispondere al meglio alle terapie

Grazie alle azioni guidate quotidiane di un cancer coach esperto, imparerai esercizi e buone pratiche per raggiungere in breve tempo i tuoi obiettivi: affronterai le cure con il giusto atteggiamento, con coraggio, chiarezza e lucidità.
Cosa posso fare per te: caso per caso, indicherò tecniche di allenamento mentale che potranno aiutarti a ridurre il tuo disagio e migliorare la qualità della vita.

8. Tenerti aggiornato sulle ricerche e le nuove terapie

I cancer coach leggono le ultime ricerche, partecipano a conferenze e corsi di formazione per rimanere aggiornati sulle opzioni di cura, sugli alimenti che possono aiutare sugli integratori, sui trattamenti collaterali, ecc. Lavorano quotidianamente con persone affette da tumore, hanno anche esperienza diretta.
Cosa posso fare per te: sarò una fonte di informazione accurata e selezionata, affinché non perda nessuna possibilità di curarti come desideri e come pensi sia giusto fare.

9. Guidarti nella prevenzione

Anche dopo il percorso di guarigione, il lavoro del cancer coach continua: continua a stare al tuo fianco per educarti a cambiare stile di vita, alimentazione, atteggiamento mentale e qualsiasi altra cosa possa influire positivamente per prevenire il ritorno della malattia.
Cosa posso fare per te: portarti a riprogrammare la tua vita mettendo al centro te e il tuo benessere psico-fisico.

Il cancer coach NON è un medico, ma può darti una “medicina” molto forte che permette di affrontare qualsiasi cosa: la consapevolezza.
Il cancer coaching per me è un percorso di consapevolezza che porta la persona a migliorare la sua qualità di vita, anche in un momento così difficile. Provare per credere! Adesso avete 9 buoni motivi per farlo!

INFO-9modi-cancer-coach

Stai facendo o hai finito le terapie e la malattia ti ha messo a KO? So come aiutarti! CLICCA QUI

Comments

    1. Author
      Mara

      Ciao Lara, grazieeeeeee
      Grazie e onorata di ricevere questo meraviglioso complimento!
      Un abbraccio

  1. Ivana

    Mi piacerebbe diventare una Cancer coach…oggi faccio molto per le donne ..
    Sono una malata oncologica
    Da Luglio ho una associazione il mio sogno in questi due anni di lotta al cancro
    Oggi sono UNA VITA IN ROSA
    A volte penso di potere fare Anci e di più con questo rinnovamento dell’anima….
    Ti seguo mi piace il tuo stile il tuo modo di comunicare molto chiaro..
    Un abbraccio

    1. Author
      Mara

      Cara Ivana, scrivimi in posta privata o chiamami al 335/1292638, così ci conosciamo 😀
      A presto e grazie mille

  2. annamaria

    Salve mi chiamo annamaria , circa un mese fa mi hanno scoperto carcinoma seno piccolo operata sono in attesa esame istologico, la diagnosi stata traumatizzante anche perche11 anni fa avevo gia avuto cancro su altro seno, nel frattempo sono diventata conselor e ora mi piacerebbe poter ascoltare gli altri con questo bagaglio in piu

Lascia un commento