Quanto ti fa paura il cancro?

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da Mara2 Comments

La paura di ammalarsi. 

La paura della recidiva. 

La paura delle terapie.

La paura del giudizio. 

La paura di essere guardati in modo diverso. 

La paura di perdere capelli, stima, affetto. 

La paura di morire. 

La paura viene dalla rabbia e la rabbia è un emozione profonda, che nasce dal fastidio che ci creano comportamenti altrui, sentimenti non condivisi e il fare cose che non avremmo voluto. 

Il cancro si nutre della rabbia e della paura. La psiconcologia ci insegna che ogni paziente vive la malattia in modo soggettivo, ma in quasi tutti i malati di cancro si riscontra una forte rabbia nei confronti del destino.lion-predator_interno-ok

Siamo umani e quindi non è facile riconoscere di avere stati d’animo negativi, ma questo non è utile né per noi né per gli altri. Avere un atteggiamento solo positivo, non è possibile!! Non credete a tutti coloro che sono sempre esternamente apparentemente felici contenti e soddisfatti. In ognuno di noi c’è sempre, se pur piccola, una parte che ci crea fastidio, dolore, sofferenza e insoddisfazione. Il segreto sta nel renderla più piccola possibile. 

Quindi come andare oltre la paura e la rabbia?

Per superarla il mio consiglio è di fare cose mai fatte e dire parole mai dette

Esprimi ciò che pensi e non hai mai avuto il coraggio di buttare fuori. 

Arrabbiati, urla e grida. Scuoti il tuo corpo 

Fai si che venga fuori l’animale selvaggio che è in te! 

Tutto questo lo puoi fare da sola in un posto protetto, in macchina o in mezzo ad un bosco.

Non sentirti pazza.

Non sentirti esagerata. 

Non sentirti inadatta. 

Ricorda che tu hai il diritto di sentirti arrabbiata, triste e confusa, hai tutti i motivi per esserlo e per manifestarlo. 

Quindi affronti le tue paura, affrontale come un bambino che fa le cose senza pensare alle conseguenze, perché il cancro ha bisogno di sapere che ti prendi la responsabilità di essere padrona del tuo destino!

La prima consulenza è gratuita!

Chiamami senza impegno e scopri se il cancer coaching fa per te!

Comments

  1. Orietta

    Condivido pienamente.Ho sofferto quando mi hanno annunciato che dovevo essere operata e fare terapia.La mia storia di coppia è andata a rotoli,mi vedo brutta e con un futuro da single,ma cerco di viaggiare e di lavorare…la paura è sempre sotto ma cerco di non ascoltarla

    1. Author
      Mara

      Orietta, comprendo ciò che scrivi e ti posso dire che la paura andrebbe ascoltata SOLO vedendola come opportunità di dare VALORE alle cose che stai facendo (viaggi e lavoro), cose che fra l’altro possono essere un bene acquisito dalla condizione di essere single! Riconoscere ciò che abbiamo e tenere il focus sulle possibilità, ci dà l’opportunità di alleggerirci della mancanza di ciò che crediamo di non avere! In bocca al lupo e buona vita …un abbraccio – Mara Mussoni

Lascia un commento