Ansia, stress e autostima: che relazione esiste?

Pubblicato in Blog, Crescita Personale da MaraLascia un commento

donna-con-mani-su-volto-affranta-per-abuso-emotivo (1)Il nostro benessere psicofisico dipende da una grande quantità di fattori. Ho pensato di dedicare questo articolo ad approfondire il complesso insieme di dinamiche che regola il rapporto tra stress e autostima.

Iniziamo analizzando alcune delle cause che generano lo stress, che, come abbiamo detto in precedenti articoli, è il meccanismo fisiologico di natura difensiva attraverso cui il nostro organismo reagisce alle situazioni di maggiore difficoltà e criticità.

Lo stress è generato dall’incontro fra due grandi variabili:
1. I fattori ambientali
2. I fattori personali

Vediamo ora nel dettaglio come agiscono queste variabili in relazione all’insorgenza dello stress.

I fattori ambientali sono tutti gli elementi presenti nell’ambiente esterno in cui viviamo, per rapportarsi ai quali spesso si rende necessaria un’azione o l’assunzione di un determinato comportamento. L’obiettivo è adattarci ai differenti contesti, imparando a sostenere tutte le situazioni provenienti dal mondo esterno.

Sono fattori ambientali studiare, lavorare, creare una relazione affettiva con un partner, cambiare casa, sopportare il calore o il freddo eccessivi e così via.

Quando gli stimoli provenienti dal mondo esterno superano la quantità e l’intensità contemplate dal nostro organismo, rendendo vane o insufficienti le nostre capacità personali di far fronte alle situazioni di disagio, quella che si viene a creare è una situazione di allerta ed emergenza che, se prolungata per lingo tempo, sfocia in una condizione di stress.

Ad esempio, lavorare o studiare per troppe ore al giorno può essere fonte di stress. Litigare troppo in una relazione d’amore, determina il logoramento emotivo di uno o di entrambi i partner, stare troppe ore senza dormire o senza mangiare, sono tutte condizioni che provocano stress negativo e malessere psico-fisico.

Gli esempi possono continuare a lungo, ma il denominatore comune è lo stesso: la nostra incapacità di controllare, in maniera consapevole e razionale, le nostre energie e risorse personali per sostenere contesti per noi problematici.

Al mondo esterno si aggiunge poi il mondo che potremmo definire “interno”.

Lo stress non è generato solo dalle sollecitazioni provenienti dall’esterno, ma può essere causato anche da fattori personali. Tutti noi, chi in misura minore chi in misura maggiore, siamo naturalmente portati a percepire la realtà nella misura in cui i nostri tratti caratteriali ce lo consentono.

L’autostima, cioè il modo in cui noi ci consideriamo capaci ad affrontare la vita quotidiana, è uno dei fattori che contraddistingue la natura umana. Se svalutata o non debitamente considerata, può causare anche l’insorgere dello stress.

Ora vediamo in che modo la nostra autostima incide sulla tendenza ad ammalarci di stress. In quanto è quello che si chiama STRESS AUTOINDOTTO.

Esistono due grandi condizioni in cui la nostra autostima pone i presupponi per l’insorgere di una situazione di stress.

1. Stress e Bassa Autostima anche detta “sindrome di Fantozzi”

A chi di voi capita di pensare “Non riuscirò mai a risolvere questo problema, perché sono incapace sempre e comunque”.

Bene. Dal momento che l’autostima è quel fattore caratteriale che determina il modo in cui ciascuno di noi valuta sé stesso di fronte alle difficoltà e agli impegni della vita quotidiana, avere una bassa o inadeguata autostima significa vivere costantemente afflitti da uno stato di ansia e preoccupazione di fronte alle difficoltà, anche se si tratta di disagi non grandi.

In pratica, avere una bassa autostima vuol dire credere costantemente di non essere capaci ed in grado di superare anche il minimo ostacolo o raggiungere gli obbiettivi che invece desideriamo.

Ad esempio, uno studente che ha bassa autostima di sé come studente, tenderà a fare un esame scadente poiché la percezione che ha di sé, nonostante il suo impegno, lo spinge a credere di non essere in grado di superare l’esame. E così accade in tutte le altre situazioni.

Lo stress, in questo caso, è determinato dalla scarsa considerazione che abbiamo di noi stessi.

2. Stress ed Alta Autostima anche detta “Sindrome di Superman”

Se siete “affetti” da questa patologia, sicuramente vi capiterà continuamente di pensare “Io posso fare tutto, niente mi può fermare, perché sono invincibile”.

Anche l’autostima troppo elevata, può farci cadere in situazioni di pericolo, ansia e stress, dalle quali finiremo per uscire irrimediabilmente sconfitti.

Sebbene le persone con alta autostima affrontino la vita con atteggiamento positivo, l’eccesso di autostima può essere un fattore di alto rischio nella vita di una persona, poiché l’eccessiva considerazione di sé, rischia di far sottovalutare i rischi ed i pericoli a cui si va incontro.

L’eccessiva e a volte irreale convinzione di autoefficacia ci spingerà oltre i nostri stessi limiti con logiche dannose conseguenze.

Ad esempio: un atleta con alta autostima potrebbe intraprendere una gara importante anche senza un adeguato allenamento, poiché crede di potercela fare con il solo talento naturale, salvo poi ritrovarsi sconfitto e senza forze nel caso di difficoltà sottovalutate.

Come vedete, il modo in cui noi affrontiamo la vita di tutti i giorni, e quindi la tendenza ad esporci a situazioni di stress, non dipende solo da fattori oggettivi ed ambientali, ma dipende in gran parte dalla percezione che noi abbiamo di noi stessi e della nostra efficacia, cioè dalla nostra autostima.

In questo senso intraprendere un percorso di consapevolezza e crescita personale, che vi aiuti a capire di più su voi stessi e a decifrare i tratti della vostra personalità, può rappresentare uno strumento molto efficace e valido non solo contro lo stress ma anche per contrastare altre forme di disagio personale in cui la nostra autostima determina una distorsione della realtà e del rapporto che stabiliamo con il prossimo e con il mondo esterno.

Se leggendo queste parole ti sei ritrovato in una delle situazioni descritte e sei deciso ad intervenire per cambiare il corso della tua vita e migliorare il tuo benessere quotidiano, per il bene tuo e di chi ti circonda, contattami subito! Ti aiuterò a trovare dentro di te gli strumenti e le risorse emotive per affrontare il cambiamento che imprimerà al tuo modo di essere la giusta rotta!

Stai facendo o hai finito le terapie e la malattia ti ha messo a KO? So come aiutarti! CLICCA QUI

Lascia un commento