Convivere col tumore: dal corpo arriva il dolore ma anche il benessere

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da Mara7 Comments

La sofferenza fisica causata dal cancro o dagli effetti collaterali delle terapie crea malessere e disagio psicologico. I malati di tumore vivono un rapporto conflittuale con il proprio corpo: lo “odiano” perché lo percepiscono come la fonte del “male”. Una prospettiva del tutto sbagliata, che anzi ti invito a ribaltare, perché proprio dal tuo corpo e dagli stimoli sensoriali che gli offri, può arrivare il benessere e la calma quando stai male o vivi momenti di ansia.

5sensi-interno Teniamo sempre presente che mente e corpo sono strettamente legati, sfruttiamo questa cosa a nostro vantaggio cercando di riconnetterli.
Ecco alcuni semplici esercizi che consiglio alle donne malate di tumore che seguono il mio percorso di Cancer Coaching:

icona-vista1) Apri gli occhi ai colori del mondo  
Il nostro cervello ha una percezione visiva molto sviluppata e i colori influenzano notevolmente i nostri stati d’animo.
Se non hai la possibilità di immergerti nella natura, ti suggerisco un’alternativa altrettanto efficace.
In biblioteca o in libreria vai alla ricerca di libri di fotografia e scegline uno con maxi-foto di paesaggi naturali sulle tonalità del verde e del blu.
Sfogliarlo ti rilasserà, allontanerà la tensione e ti ricongiungerà con la natura.
Per contrastare lo stato di stanchezza causato spesso dalle terapie oncologiche, sfoglia immagini con i colori della terra e del sole: le tonalità del giallo e dell’arancione trasmettono energia.
Guardare foto della natura ti permette di mantenere uno stato emotivo neutro (non succederebbe con le foto di persone) ottenendo solo i benefici dei colori.

icona-tatto2) Cerca gli abbracci 
Il contatto col corpo altrui (non solo quello del partner) è fondamentale per ritrovare amore per sé stesse e per il proprio corpo.
Abbraccia e fatti abbracciare dalle persone a cui vuoi bene. Non essere timida! C’è chi è più espansivo, chi meno, ma una volta rotta la barriera ti verrà spontaneo e ti farà stare bene. Sono gesti d’affetto naturali nell’essere umano, anzi è proprio un bisogno fisiologico essere toccati e risentiamo profondamente della carenza di contatto fisico. Un semplice abbraccio aumenta il livello di ossitocina, che non a caso viene anche detta “l’ormone dei legami”. Vale anche il contatto fisico con gli amici a 4 zampe!

icona-olfatto3) Profumo di benessere
Il senso dell’olfatto è situato in un’area molto antica del cervello ed è profondamente collegato con la memoria. Basti pensare a quanto sia importante per i neonati sentire l’odore della mamma quando ancora gli altri sensi non sono pienamente sviluppati.
Ancora una volta la natura può venirci in aiuto: circondati di piante aromatiche o fiori profumati, in base ai tuoi gusti e inizia la giornata respirandone il profumo.
Qualche consiglio: basilico, lavanda, gelsomino… Contengono linalolo che sembrerebbe avere effetti rilassanti sul sistema nervoso.
Se non hai il pollice verde, puoi sempre tenere in casa delle boccette di oli essenziali da utilizzare anche per il bucato e circondarti dei profumi che ti regalano benessere.

icona-gusto4) Mangia cibo buono
Alimentazione e tumore sono due temi strettamente legati, l’ho detto più volte. Ma il cibo che scegli deve essere non solo buono perché ti fa bene, ma deve essere anche buono perché ti piace. Avevo già parlato del fatto che ci sono diversi alimenti antitumorali che sono anche golosi! Te ne cito uno tra gli altri: il cioccolato fondente; provoca nel cervello il rilascio di endorfine, una sorta di analgesico naturale, perché attenuano la percezione del dolore e stimolano il senso di piacere e benessere. Mangiane un solo quadretto, fermandoti ad assaporarlo con gli occhi chiusi. Diventerà un rito!

icona-udito5) Rilassati con la musica
Forse non hai mai sentito parlare di musicoterapia in oncologia. Effettivamente è una disciplina abbastanza recente, oggetto di studi che stanno dando ottimi risultati: la musica utilizzata come trattamento di supporto alle terapie oncologiche può determinare una riduzione dei livelli di ansia e di stress, un miglior controllo del dolore e migliorare la risposta del paziente alle terapie.
In attesa di dati che permettano di utilizzare la musica in maniera più strutturata ed efficace, ti basti sapere che la musica è lo strumento più veloce per influenzare il tuo umore. Basta ascoltare una canzone per cambiare totalmente umore!
Il mio consiglio è quello di crearti diverse playlist selezionando delle canzoni che ti sono familiari e che ti regalano stati d’animo positivi. Raggruppale in base allo stato d’animo che ti suscitano: canzoni rilassanti, canzoni che ti fanno sorridere, canzoni che ti danno la carica, canzoni che ti fanno sfogare cantando a squarciagola… Questo esercizio ti aiuterà ad ascoltare i tuoi stati d’animo oltre che la musica. Inoltre avrai sempre a disposizione una fonte immediata per influire positivamente sul malessere del momento.

Come vedi, stimolando i 5 sensi, puoi influire molto sul tuo stato d’animo e aiutarti a stare bene. Prova e fammi sapere!INFO-5sensi-ok

Stai facendo o hai finito le terapie e la malattia ti ha messo a KO? So come aiutarti! CLICCA QUI

Comments

  1. Luisella Bellettati

    Gentile Mara, trovo utilissime le sue indicazioni riguardanti lo stimolo dei sensi, sono felice perché da quando mi sono ammalata ho trovato naturale avere sempre fiori freschi a casa, dispensare abbracci, perfezionare la mia alimentazione , soffermarmi a guardare il mare dalla mia finestra e ascoltare musica classica …..grazie !! Luisella Bellettati

    1. Author
      Mara

      Grazie a te Luisella!
      La cura di sè parte sempre da piccoli gesti quotidiani, che poi diventano una sana abitudine per alimentare sempre di più l’amor proprio!

  2. Iannattone gilda antonietta

    Si sono esperienze che ho fatto in questi ultimi 5 anni cioe da quando mi sono operata. Anche le passeggiate al mare mi hanno resa felice….oltre al buon cibo e musica e addirittura il ballo. Grazie ho avuto conferma di aver fatto allora le cose giuste x stare bene di umore…..

  3. Serena

    Grazie x queste belle parole ma non solo…Io che dopo 9 anni ci risono “caduta” voglio dire che sono più forte di prima e tutti i tuoi consigli vanno presi alla lettera perché rendono tutto più vivibile x noi e x chi ci sta intorno da un abbraccio a un bel prato fiorito..cercate di essere forte e soprattutto pensate positivo

Lascia un commento