Convivere col tumore: manda in vacanza la malattia

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da MaraLascia un commento

La parola vacanza per ciascuno di noi ha un significato diverso, a seconda della fascia d’età, del luogo in cui si vive, delle possibilità che si hanno… c’è chi cerca il divertimento, chi il relax totale, chi vuole stare in compagnia, chi preferisce circondarsi di poche persone, chi vuole il mare, chi la montagna, chi stare a oziare a casa…

Ma proviamo a guardare il senso più autentico di questa parola: la vacanza non è solo uno stacco dal lavoro, è una pausa dalla vita “normale”, quindi è un qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno per trarne beneficio a livello psicofisico.

Questo vale ovviamente anche per i pazienti oncologici che, in un certo qual modo, vivono visite, cure e terapie come un dovere da compiere. Ecco che in tale ottica, ha senso guardare alla vacanza come a un momento di stacco da questo “dovere”.
Sarà anche un’occasione per uscire dal ruolo di malato, da cui si fa fatica a uscire anche dopo essere completamente guariti dal tumore.

vacanza

I malati di tumore in cura o che hanno terminato le cure a volte pensano di non potersi “permettere” una vacanza. Se invece non sono loro a limitarsi, ci pensano familiari e amici a creare freni e paure.
Il cancer coaching ci dice ancora una volta che dobbiamo prenderci noi la responsabilità della nostra salute e quindi anche valutare come crearci il nostro tempo di vacanza.
Allora coraggio, prova a pianificare le tue vacanze!

Ecco da dove cominciare:

– stabilisci con il medico che ti ha in cura, quali potrebbero essere i tempi e i modi per il tipo di vacanza che desideri fare, soprattutto se questa prevede degli spostamenti. Potrà valutare se integrare le terapie e prendere contatti con strutture sanitarie adeguate nella tua destinazione di villeggiatura se il caso lo richiede, anche all’estero. Potrà accordarsi con i colleghi e metterli al corrente del tuo protocollo di cura, o prevedere addirittura di eseguire cicli di terapia o controlli.

– se stai facendo un percorso di cancer coaching o di psicoterapia o un cammino spirituale, ecc., parlane con chi ti segue: ti aiuterà a prepararti alla vacanza con lo spirito giusto e a trarne i massimi benefici come momento di crescita interiore.

– la natura, il clima, l’aria che respiriamo, i colori che percepiamo, i rumori che sentiamo ci influenzano tantissimo e possono trasformare il nostro stato d’animo. Ricordi? Ne avevo parlato nell’articolo “Convivere col cancro: dal corpo arriva il dolore ma anche il benessere”. Se non l’hai ancora letto, fallo subito e capirai come l’estate potrebbe essere proprio il periodo perfetto per regalarti tanti piccoli momenti di benessere anche con cose semplici e cambiando la tua routine. Una vacanza in pillole!

– se fisicamente ed economicamente puoi affrontare uno spostamento, ti suggerisco di cambiare aria! Allontanarti dall’ambiente domestico, dove ci sono tutte le incombenze quotidiane, ti alleggerirà la mente che sarà quindi libera di “ritrovarsi” e ricollegarsi al corpo.

– la parola chiave è organizzazione! Preparati per tempo, programma in anticipo le cose più importanti come le cure, gli spostamenti, l’alloggio, un piano alimentare se il tuo caso lo necessita, in modo da assicurarti una vacanza senza stress, che lasci spazio solo agli imprevisti piacevoli come un paesaggio che non ti aspettavi.

– la malattia o le terapie pongono dei limiti fisici: accettali. Anzi, parti proprio da questi per disegnare la tua vacanza. Se sei una persona dinamica, forse non è il tipo di vacanza a cui sei abituata, ma è il tipo di vacanza di cui hai bisogno ora. Ascolta il tuo corpo e assecondalo. Quando hai energia non rinunciare a fare delle attività (senza strafare!), quando invece senti la stanchezza, concediti il tempo per ricaricarti: d’altronde sei in vacanza!

Per concludere, ti dico quello che dico spesso durante gli incontri di cancer coaching: non pensare a ciò che la malattia ti ha tolto, ma a ciò che ti ha dato, un’opportunità di migliorare te stessa, di diventare una persona nuova, di RIGENERARTI … che è proprio ciò che ci si aspetta da una vacanza.

Stai facendo o hai finito le terapie e la malattia ti ha messo a KO? So come aiutarti! CLICCA QUI

Lascia un commento