COME RITROVARE LA PACE MENTALE ANCHE NELLE SITUAZIONI DIFFICILI

Pubblicato in SOS Cancro da MaraLascia un commento

pace-interiore

Calma la mente, e l’anima parlerà (Ma Jaya Sati Bhagavati).

Questa frase racchiude l’essenza di ciò che voglio cercare di trasmettervi con questo articolo.

Spesso il lavoro e le preoccupazioni quotidiane ci sottopongono a forte stress fisico e mentale. Sono certa che ciascuno di voi, in cuor suo, conosca molto bene questo stato. Oggi voglio proporti una mia soluzione: tutte le volte che senti che i pensieri negativi ti stanno logorando, prova questi 3 esercizi che ti suggerisco qui e cerca di farli esattamente in quest’ordine.

Non si tratta di esercizi miracolosi, naturalmente: facendoli le tue preoccupazioni non svaniranno per magia. Semplicemente ti aiuteranno a non essere più vittima delle tue emozioni. Puoi eseguirli anche durante l’orario lavorativo, durante una delle brevi pause che ti concedi durante la giornata.

  1. Butta fuori quello che provi e scrivilo nero su bianco. Prendi carta e penna. Va benissimo anche un post-it di quelli che tutti abbiamo sulla scrivania. Se ami la tecnologia, va benissimo anche lo schermo del pc o un messaggio vocale. Ora esprimi tutti i pensieri negativi che in quel momento ti stanno passando per la testa.
  2. Chiudi gli occhi e fai un respiro profondo. Sdraiati e siediti in una posizione comoda. Devi sentirti a tuo agio, perché l’obiettivo di questo esercizio è abbandonarti e non sentire più tensioni. L’ideale sarebbe farlo all’aperto oppure affacciata ad una finestra, soprattutto se hai la fortuna di guardare un bel panorama. Concentrati sul tuo respiro. Senti l’aria che entra nei tuoi polmoni. Cerca di farlo in modo naturale, facendo respiri lenti e profondi. Continua per qualche minuto, senza fretta, fino a che non ti senti meglio e più tranquilla. Il respiro è un alleato molto importante per ritrovare la pace mentale, non a caso tante discipline orientali partono proprio dal controllo della respirazione come primo insegnamento propedeutico a tutto il resto.
  3. Porta la mente in un bel posto. Immagina un posto da sogno. Non deve per forza essere fantastico o reale. Può essere ad esempio un luogo in cui sei stata bene e del quale conservi un bel ricordo. Oppure può essere un posto che sogni di vedere, un luogo della fantasia popolato di fiori, profumi e colori che danno gioia. Anche in questo caso non avere fretta, trattieniti lì dove ti immagini di essere per tutto il tempo che ti serve per sentirti meglio.

Terminati gli esercizi e tornato alla realtà, prova a rileggere ciò che hai scritto. Questo ti aiuterà a guadagnare consapevolezza e a vedere con maggiore obiettività il tuo stato d’animo. Per aumentare l’efficacia di questi esercizi, prova a richiamare quelle stesse immagini piacevoli quando ti corichi.

Il bello di questa sequenza di esercizi è che funziona a prescindere da quale sia l’origine della tua preoccupazione, perché non si basa su un’azione mentale, ma su una serie di azioni fisiche che aiutano la mente a ritrovare serenità ed equilibrio.

Si tratta di una buona soluzione di emergenza, che funziona e che può essere un valido aiuto sempre. Ma come mental coach non posso non suggerirti di fare un lavoro più approfondito su te stesso. Fatti aiutare se senti di averne bisogno, cerca di andare fino in fondo per capire se i tuoi stati d’ansia sono commisurati alla situazione oggettiva o sono invece amplificati dalla tua mente. Un conto è il problema in sé e un altro è come noi reagiamo di fronte al problema.

 

Lascia un commento