PREVENIRE IL TUMORE CON UN ATTEGGIAMENTO MENTALE POSITIVO: E’ DAVVERO POSSIBILE?

Pubblicato in SOS Cancro da MaraLascia un commento

atteggiamento-positivo-prevenire-tumore

Mantenere un atteggiamento positivo nei confronti della vita può ridurre il rischio di tumore o influenzare gli esiti della malattia? E’ una domanda a cui più volte ho provato a dare una risposta nei miei articoli. Proviamo ad approfondire insieme questo delicato tema.

Scoprire di avere un tumore genera in noi una serie di paure, ansie, preoccupazioni: emozioni difficili da contrastare, da catalogare e da comprendere perché spesso sono in contrasto tra loro. Riconoscerle è il primo passo verso un percorso di auto-consapevolezza che ci porta ad accettare questa nuova condizione in cui improvvisamente ci siamo trovati e ad affrontarla con la giusta energia.

Quel che c’è di innegabile è che la diagnosi di cancro cambia inevitabilmente la vita, non solo della persona che la riceve, ma anche della sua famiglia e di chi lo circonda. Le sue conseguenze emotive cambiano da persona a persona. Alcuni di noi sentono l’esigenza di proteggere e tutelare la famiglia e gli amici, per cui tendono ad assumere un atteggiamento forte e combattivo. Altri cercano supporto in sé stessi, nei propri cari e in altri pazienti malati di cancro. Altri, invece, si chiudono in sè stessi e si lasciano sopraffare dalla malattia e dai sentimenti, a cui spesso è complesso dare un nome e un volto.

Non esistono evidenze scientifiche a supporto dell’idea che mantenere un atteggiamento positivo nei confronti della vita possa ridurre il rischio di tumore o garantire maggiori speranze di sopravvivenza. Tuttavia è assolutamente vero che affrontare con atteggiamento sereno, ottimistico e non rassegnato la malattia può contribuire a ridurre il dolore e la paura di chi è affetto dal cancro, favorendo il processo di guarigione.

Fra l’altro studi clinici hanno evidenziato, quanto le persone con un atteggiamento pro-attivo, rispondessero meglio alle terapie. (per questo funziona anche il famoso effetto placebo). Per chi desidera approfondire l’argomento, può leggere l’articolo dedicato che ho scritto alcune settimane fa.

Prevenire il cancro vivendo le proprie emozioni, anche quelle negative

Quando ci ammaliamo di cancro, in genere, tendiamo a soffocare emozioni negative come il senso di colpa, la paura, l’ansia e lo sconforto, che, invece, sono manifestazioni importanti e “sane” della tristezza, perché ci aiutano ad affrontare la malattia e a far emergere in superficie tutto ciò che ci impedisce di vivere serenamente la nostra quotidianità.

Nascondere e mettere a tacere queste emozioni o non parlarne con gli altri ci può isolare ancora di più, finendo addirittura per aggravare la nostra malattia, condizione di cui più volte ho parlato in passato. Nella nostra giornata i nostri stati d’animo possono cambiare più volte: comprendere che questi mutamenti sono del tutto normali ed accettarli come tali può aiutarci ad essere più consapevoli della nostra condizione e andare avanti con la nostra vita.

C’è chi questa consapevolezza la raggiunge da solo. Ma c’è chi, e sono la maggior parte delle persone, sente la necessità di chiedere aiuto ad un esperto competente che ci aiuti a far luce sulle nostre emozioni, per affrontare nel modo migliore ciò che sta accadendo dentro e fuori di noi.

Il mio compito come cancer coach consiste da anni proprio nell’aiutare le donne malate di cancro ad assumere e mantenere nel tempo un atteggiamento positivo, allenandole, attraverso strumenti e semplici pratiche quotidiane, a trovare dentro di loro le risorse emotive per migliorare la qualità della loro vita e quella della loro famiglia.

Ricorda bene: vivere con positività la malattia favorisce e agevola l’iter di cura, ma soprattutto la nostra quotidianità. Non possiamo scegliere di ammalarci o di tenere lontana la malattia, ma possiamo scegliere l’atteggiamento con cui affrontare e gestire al meglio questa esperienza.

Se desideri saperne di più sul cancer coaching e sui benefici che un percorso di “allenamento” emotivo quotidiano può portare, contattami subito! Sarò felice di aiutarti a capire di più su te stessa e sulla tua malattia.

Ecco alcuni articoli da cui puoi trarre utili spunti per capire come approcciarti al tema.

Lascia un commento