STRESS DA LAVORO CORRELATO: QUALI SONO I SINTOMI PER RICONOSCERLO E I RIMEDI PER VIVERE MEGLIO

Pubblicato in Crescita Personale da MaraLascia un commento

stress-da-lavoro-correlato

Pressione, agitazione, ansia da prestazione sono solo alcune delle sensazioni spiacevoli che possono manifestarsi nella vita quotidiana di un lavoratore. Sono certa che molti di voi avranno vissuto, almeno una volta nella propria vita lavorativa, questi disagi. Nella maggior parte dei casi il responsabile è proprio lo stress da lavoro.

Negli ultimi anni il problema dello stress da lavoro correlato è diventato un tema molto discusso e chiacchierato. Ma cos’è esattamente e quali sono le cause?

Scadenze, ritardi, pressioni dai capi, screzi con i colleghi possono portare ad una forma di stress molto comune fra i lavoratori ai quali vengono fatte richieste superiori alle capacità di fronteggiarle e al carico di lavoro sopportabile.

In Europa questa condizione sembra interessare almeno un lavoratore su quattro e una delle conseguenze più negative per le aziende è l’assenteismo che provoca ritardi nello svolgimento quotidiano delle mansioni e ovviamente perdite economiche ingenti. Per il lavoratore questa forma di stress si traduce in conseguenze psicofisiche gravi. Molti preferiscono ricorrere a negazione o psicofarmaci pur di non ammettere che il problema va affrontato e risolto.

Uno studio dell’Università Bocconi di Milano ha dimostrato che per le donne c’è anche un problema ulteriore: lo stress è provocato dalla difficoltà di conciliare l’impegno professionale con la vita familiare nel 50% dei casi. Ricordiamo che anche fare la mamma è un lavoro a tempo pieno.

A questa forma di stress sono legati sintomi differenti sia di tipo lavorativo – assenteismo, malattie, difficoltà relazionali, bassa qualità nelle prestazioni lavorative – che psicologico – scarsa concentrazione e attenzione, stanchezza cronica, sensazione di avere la testa vuota, ansia, angoscia, stati depressivi, crisi di pianto, pessimismo, cattivo umore, autocommiserazione, attacchi d’ansia o attacchi di panico. A questi sintomi si aggiungono i sintomi di carattere psicosomatico, come i disturbi del comportamento alimentare, disturbi gastroenterici, cardiocircolatori e del sonno.

Chi soffre di stress da lavoro correlato avrà provato sicuramente uno o più di questi sintomi. Ma la soluzione non è quella di lasciare il lavoro, perché non abili o inadeguati. Lo stress da lavoro correlato può essere gestito e controllato, prima di tutto agendo sulla nostra persona e sui nostri limiti.

Nel prossimo articolo vi svelerò i quattro esercizi per agire sullo stress e ricevere benefici immediati.

Lascia un commento