QUANDO MENTE E CORPO DICONO “BASTA”: RICONOSCERE LO STRESS E PREVENIRLO

Pubblicato in Crescita Personale da MaraLascia un commento

stress-psicofisico-conseguenzeOrigini e sintomi di un disturbo comune, dal devastante impatto fisico ed emotivo

Per molto tempo si è pensato che lo stress fosse solo una condizione psicologica, frutto della nostra mente ed esclusivamente limitata ad essa. Oggi sappiamo, invece, che gli effetti dello stress hanno un impatto non solo sulla sfera emotiva ma anche su quella fisica.

Lo stress è la risposta psicosomatica con cui il nostro organismo reagisce a condizioni eccessive troppo a lungo protratte nel tempo. Questo stato di disagio prolungato si crea quando percepiamo un disequilibrio fra le nostre esigenze e bisogni, fisici ed emotivi, da un lato; e gli strumenti e le possibilità di cui disponiamo per raggiungere l’obiettivo, dall’altro.

Di norma tutti noi, in modo soggettivo e differente, percepiamo questo squilibrio come qualcosa di opprimente, che genera tensioni e può avere conseguenze negative anche per la nostra salute.

Come reagiamo allo stress? Partiamo dalle origini.

Lo stress arriva a manifestarsi in modo evidente quando non è più possibile gestire in maniera efficace e positiva certi stimoli e risolvere le situazioni di difficoltà.

Ognuno di noi reagisce allo stress coinvolgendo ed attivando più livelli di interazione: in primo luogo il piano fisico, scatenando sintomi come l’aumento della frequenza cardiaca, l’ipertensione e l’irrigidimento dei muscoli; in secondo luogo il piano mentale, focalizzando la sua attenzione sulla fonte di pericolo e disagio e innescando un meccanismo di fuga e allontanamento oppure, in qualche caso, di contrattacco; infine, il livello psichico, generando emozioni negative quali senso di smarrimento, incertezza, paura.

In questo processo di reazione, l’organismo non fa altro che agire in modo “conservativo”, difendendo il corpo da quella che avverte come una minaccia, con l’obiettivo di ripristinare l’equilibrio perso. L’impatto sul nostro organismo può essere devastante e le reazioni innescate dall’organismo possono arrivare addirittura a impedire la normale funzionalità fisiologica dei diversi apparati:

  • Immunitario (le infezioni si fanno più frequenti e gravi, si riduce la risposta dei vaccini)
  • Digestiva (cattiva digestione, diminuzione dell’appetito, diarrea)
  • Del sonno (sonno irregolare e disturbato con la conseguente stanchezza cronica)
  • Riproduttivo (diminuzione della fertilità).

A questi effetti collaterali si aggiungono altri gravi conseguenze come, l’ipertensione, la depressione, l’ansia, gli ttacchi di panico; l’emicrania frequente, il dolore alla schiena e alle spalle, e addirittura anche il cancro, secondo gli studi più recenti.

Come prevenire lo stress ed i disturbi stress-correlati?

Non è sempre possibile prevenire lo stress, ma si può imparare a gestirlo ed affrontarlo in primo luogo imparando ad individuare ciò che ci causa disagio ed è fonte del problema, ma soprattutto arrivando a comprendere limiti e potenzialità del nostro agire.

In questo processo di auto-consapevolezza, il cancer coaching agisce aiutando la persona a conoscersi meglio, indagando bisogni, esigenze e necessità più profonde ed allenando le risorse personali che ciascuno di noi possiede in forma e natura diversa e che possono aiutarci a raggiungere gli obiettivi prefissati. Il cancer coaching è un percorso di “allenamento”, che insegna alla persona a canalizzare le proprie emozioni positive, ma soprattutto negative, fonte di stress e disagio, e a prendere il controllo della situazione, per prevenire gli effetti dello stress e affrontare la propria quotidianità neutralizzando le situazioni potenzialmente “tossiche” per la nostra salute emotiva e fisica.

Vuoi acquisire tutti gli strumenti e le buone pratiche del cancer coaching? Contattami subito: sarò felice di guidarti in questo percorso di consapevolezza.

Lascia un commento