Chemioterapia e perdita dei capelli: i consigli di un’esperta

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da Mara25 Comments

Scoprire di avere un tumore, magari al seno, che per noi donne è la parte del corpo simbolo della nostra femminilità, è l’inizio di un percorso lungo che porta con sé tutto il disagio che purtroppo la chemioterapia spesso comporta.

Il problema che più attanaglia le donne sottoposte a chemioterapia è la perdita della propria immagine. In primis la perdita dei capelli, che sono determinanti nella percezione della propria immagine.

Chi pensa che sia solo un fatto di estetica e di “non vedersi più belle come prima” non coglie la profondità della situazione:

ogni persona prima di diventare paziente oncologico ha un vissuto, quindi vite e modi di socializzare e rapporti interpersonali differenti. Perdere la propria immagine comporta perdere un punto di riferimento che ci permette di relazionarci con gli altri, una perdita della propria identità che si riflette sui figli, sul partner, sui genitori, sui colleghi di lavoro.

Di solito la frase più frequente che viene detta, molto spesso pensando di dare sollievo, è: “Niente paura, i capelli poi ricrescono!”
Questa frase non solo infastidisce fortemente la donna, ma dà la sensazione che ci sia proprio una mancata sensibilità nei suoi confronti. Uno sminuire questa conseguenza, dando per scontato sì, che il cancro è più importante dei capelli, ma che al tempo stesso non si valuta l’impatto traumatico che ne deriva. Quindi per favore, chiunque voi siate, evitate di pronunciare queste parole!
Io stessa devo ammettere che al mio secondo cancro, quando mi hanno riproposto la chemio come terapia adiuvante, ho deciso fermamente di non farla, in quanto il vissuto a 18 anni era stato letteralmente devastante. Vogliamo pensare ad una ragazza con la parrucca in un pub o in mezzo a coetanei spensierati e felici? Non auguro a nessuno di vivere questa esperienza!

Ma torniamo a noi! Dopo la chemioterapia i capelli ricrescono nella maggior parte dei casi. Nel frattempo però è importante non trascurare le ricadute psicologiche di questo passaggio. Dagli studi fatti sulle donne che lo hanno vissuto, è emerso che circa la metà di loro soffre più per la perdita dei capelli che per il tumore in sé!
La perdita dei capelli avviene in circa il 70% dei pazienti che si sottopongono a chemioterapia; la caduta comincia dopo una o tre settimane dopo l’inizio della terapia. Una volta finita la chemio, passano dai tre ai sei mesi prima che ricrescano. Nel frattempo molte donne ricorrono all’utilizzo di una parrucca.

Di questo aspetto, cruciale per le malate di tumore, si occupa una professionista molto rinomata nel settore: Teresa Scotti (per noi però è Terry!). Lei è al fondatrice della “Clinica della parrucca”, un punto di riferimento nel settore, e le ho chiesto di darci qualche spunto che arriva dalla sua lunga esperienza.

“Spesso da parte del personale sanitario arriva il consiglio di farsi un taglio antecedente alla perdita. Ma molto spesso quelle donne che sotto consiglio hanno rinunciato alla loro immagine con tagli e scelte imposte le porta a capire in modo drastico che non possono rinunciare alla propria immagine. Diverso è il discorso per chi, di sua spontanea volontà, prende in considerazione tagli alternativi, perché in quel caso è una scelta consapevole e il cambio di immagine è “voluto”.
Prima di prendere qualsiasi decisione e di iniziare la chemio, consiglio un incontro con il proprio parrucchiere di fiducia e con chi ti farà la parrucca. Sapranno darti preziosi consigli sulla tua immagini che magari non avevi mai considerato! Se deciderai di farti la parrucca, potranno realizzare un taglio ad hoc, che rispetti il tuo stile e la tua personalità. Per un discorso di tempi è arduo poter fare una parrucca con i propri capelli: i tempi delle parrucche su misura sono di circa 6 mesi.

Un’informazione infondata che spesso circola nei reparti è che, durante la ricrescita, la prima peluria vada rasata… Domanda: rasereste mai un neonato che alla nascita ha una leggera peluria? No, perché quella peluria è la fase che precede la strutturazione del capello vero e proprio.
La peluria va lasciata e tagliata quando la lunghezza permetterà di strutturare un taglio. Quindi far rasare continuamente la peluria non aiuta ma indebolisce lo stelo.

Infine il consiglio più importante: sempre tenersi informate e chiedere ai professionisti di riferimento! Esiste inoltre il supporto di O.T.I. Oncology Training International che fornisce alle donne tutte le informazioni sui disagi e sugli effetti collaterali delle terapie.
Con Mara condivido la visione che nessuna persona è un numero. Ogni persona è l’espressione di un’identità e questa identità deve essere portata avanti anche durante questa fase di vita chiamata cancro, ma che è appunto una fase e non la tua nuova identità!”

Per chi volesse approfondire l’argomento, Terry mi ha gentilmente dato la sua massima disponibilità ad essere contattata da chi segue il mio blog, potete scriverle a questa email info@clinicadellaparrucca.com o contattarla su Facebook

La prima consulenza è gratuita!

Chiamami senza impegno e scopri se il cancer coaching fa per te!

Comments

  1. Roberta

    Io persi con la prima kemio ricresciuti con la seconda. .comunque anche se avevo già preso la parrucca alzarmi alla mattina e vedere cadere i capelli è stato un trauma. ..però devo dire che non l’ho portata più di due volte

  2. Paola

    Ciao, il mio primo trauma l’ho avuto con il taglio dei capelli ( a zero) per un intervento di idrocefalo, avuto a giugno di quest’anno. Poi è iniziata la chemio, (ho un linfoma cerebrale) proprio mentre mi stavano ricrescendo i capelli. Sono caduti ed ora, dopo il terzo ciclo sto ancora senza. Non mi sento più donna, invece di pensare ad uscire da questo tunnel, penso ai capelli, al mio aspetto fisico e a quando potrò tornare una “persona normale “.
    Rivoglio la vita …. ecco!!!

    1. Author
      Mara

      Riprenditela con i denti!!! Pensando a te e a ciò che ti fa stare bene …se hai la forza balla, se non riesci canta, se non vuoi cantare, scrivi! Fai qualcosa solo per te! Un abbraccio

    2. Luigi

      E’ molto difficile dare consigli,ogni caso ha un profilo personale diverso.Ti posso solo dire che oggi la medicina ufficiale ha molti strumenti per raggiungere ottimi risultati,nessuno si va a cercare le DISAVVENTURE ma il primo obiettivo è come dici tu la VITA,tutto il resto verrà capi
      to da chi ti vuole bene.IN bocca al lupo

  3. ANNALISA

    ANNALISA
    io ho appena finito la chemio…da circa una ventina di giorni…ho una leggera peluria (da neonato appunto)…ma il problema è che è tutta bianca e io non ero così…qualche capello si ma tutti no…e questo è un altro step da accettare: tutti ti dicono che ricrescono, ma come, in che modo?
    Dovrei essere felice della fine della terapia…e lo sono…ma penso sempre ai miei bei capelli di prima!

    1. Author
      Mara

      Annalisa comprendo molto bene il tuo sentire … ricresceranno molto più belli di prima :))!
      Sarà così! Un abbraccio

  4. Simona

    I capelli ricrescono più belli e più forti di prima. Io ho finito la chemio lo scorso 20 ottobre ed ora ho già una magnifica chioma,riccia e folta. Ho ripreso da subito a tingerli perché non mi potevo vedere grigia.

  5. Oriana

    Si loro dicono ricresceranno ma non sempre è cosi io sono ina di quelle donne che dopo tre anni è costretta ha portate un rinfoltimento, in tutta onesta dovrebbero dire che c’è anche questa possibilità….e forse se lo avessi saputo il secondo ciclo dopo l operazione non lo avrei fatto.

    1. Author
      Mara

      Oriana capisco il tuo pensiero, ma purtroppo a volte non lo sanno neanche loro e la reazione è talmente soggettiva che si fa fatica …comunque lavora sull’accettazione perché tu sei molto di più dei capelli che hai…
      Buona vita e se hai bisogno sono qui per te!

  6. Oriana

    Si loro dicono ricresceranno ma non è sempre così, io sono tre anni che ho finito con le chemio ma i capelli non sono ricresciuti porto un rinfoltimento io penso che divrebbero metterci a conoscenza anche di questa possibilità .

  7. Carla Pierdonati

    Ho già fatto il 2 ciclo di chemio e ne ho pochissimi, concordo con la frase dai poi ricrescono, è vero fa veramente l’effetto che è stato descritto. Ora tutti mi dicono che devo tagliarli appena ricrescono quindi non è vero? Ci vorrà veramente così tanti mesi perché ricrescano e poi è possibili che in alcune zone dove prima erano fragili non ricrescano proprio? E poi io dopo dovrò dare la radioterapia questo influirà sulla ricrescita?
    Grazie

    1. Author
      Mara

      Cara Carla, il tempo di ricrescita è soggettivo e a volte può essere anche più breve, quindi ti auguro che nel tuo caso sia davvero corto! Per quanto riguarda la radioterapia tranquilla perché non influisce assolutamente con la ricrescita!
      Un abbraccio e buone terapie e soprattutto buona vita!

  8. claudia 46

    gentile mara. ho visto che adesso stanno molto pubblicizzando le fibre di cheratina (ce ne sono di varie marche …) dicono essere un prodottto effettivamente naturale e il fatto che non si ingerisce é giá un qualcosa di buono. le consiglierebbe come rimedio anti-calvizie temporaneo in casistiche cosi?

    1. Author
      Mara

      Cara Claudia, non ho mai provato personalmente questo tipo di prodotto, quindi non mi sento di dare un reale feedback!
      Potrebbe funzionare e come hai detto tu, la cosa interessante è che non si ingerisce, visto che si è già pieni di farmaci con relative tossine …quindi prova a chiedere altre info o semplicemente testalo! Provar non nuoce!

  9. Monica

    Ho iniziato a perdere i capelli dopo 15 giorni dal primo ciclo di chemio. È stato di certo un trauma, ho portato la parrucca che riprendeva il mio precedente taglio, soprattutto per i miei bambini. Mi sono sempre accettata anche senza capelli pur sapendo che era il segno evidente della malattia. Appena hanno iniziato a ricrescere ho eliminato la parrucca. Ora sono di circa un centimetro. A detta di tutti sto bene così ma io non vedo l’ora che arrivino ad una lunghezza che permetta un taglio più femminile. E comunque, l’importante è identificarsi nella figura seppur diversa che appare allo specchio. Bacio a tutte.

    1. Author
      Mara

      Grazie mille monica per la tua testimonianza e complimenti per la forza che si evince dalle tue parole! Un abbraccio

  10. Oriana

    Mara è vero che anche loro non sanno come ognuna di noi può reagire….però metterci a conoscenza di questa eventualità mi sembra doveroso visto che dicono tante cose a volte molto pesanti.È vero iosono molto di più dei miei capelli che erano biondi e ricci, ma alcune giornate sono davvero diciamo “arrabbiata”.Un saluto a tutte voi e se c’è qualche novità per i capelli mi piacerebbe saperlo.

    1. Author
      Mara

      Oriana ti capisco molto bene! La rabbia è più che normale ed hai perfettamente ragione che le informazioni vanno date per intero! Ciò che posso fare dalla mia parte è proprio questo … portare informazione e speranza a tutti, o perlomeno il più possibile! Grazie

  11. Gabriella

    La caduta dei capelli è sempre un trauma, io ho finito per la terza volta il ciclo di chemioterapia. La mia vita è completamente cambiata , sia nel carattere , sia nell’aspetto fisico. Adesso vivo con il terrore che il mostro si ripresenta , vorrei riprendere la mia vita di prima e il mio aspetto ma ho tanta paura di non riuscire

    1. Author
      Mara

      Gabriella posso solo immaginare ciò che hai passato e che stai vivendo ..hai mai pensato di farti sostenere moralmente da un professionista? Molto spesso essere affiancati significa alleggerire il peso e il coaching ad esempio lavora proprio sul presente percepito ma soprattutto sul futuro immaginato!
      Quindi scegli chi vuoi e di chi tu ti possa fidare, e se vuoi io sono qui per te!! Buona vita

  12. Alessandra

    Ciao Mara!
    Questa sera, dopo 12 giorni dal primo ciclo di chemio, sono andata dalla parrucchiera a rasarmi i capelli che avevo gia precedentrmente accorciato..nn voglio vederli cadere…una bella botta…nn mi sono ancora guardata senza parrucca…vediamo…forse domani…
    Ti volevo dire che hai interpretato il mio pensiero al 100% quando hai scritto della terribile frase “tanto poi ricrescono”! Io ho già risposto male a tutti i miei amici x questo…sembra incredibile..lo dicono tutti…nn so come possano non rendersi conto!
    Cmq questo è! Avanti a testa alta..finirà anche questa!!

Lascia un commento