Chemioterapia ed effetti collaterali: come contrastarli?

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da Mara4 Comments

La chemioterapia altera le funzioni dei tessuti (in particolare quelli che hanno un elevato ricambio cellulare) e questo si traduce in fastidiosi disturbi.
La buona notizia n° 1
è che questi effetti sono temporanei: dopo 1 o 2 mesi dalla conclusione del trattamento spariscono.
La buona notizia n° 2
è che si possono adottare piccoli accorgimenti per contrastarli.

Sapete che sono una persona positiva e vorrei che anche tu lo fossi, perché possiamo sempre fare qualcosa per stare bene o meno male di come stiamo!
Per questo, come dico sempre, è importante informarsi e avere consapevolezza del proprio percorso di cura e del proprio stile di vita.
Ricorda che non sei sola, quello che stai vivendo lo vivono e l’hanno vissuto tante altre persone e quindi può essere utile parlarne e confrontarsi. Anche io ho affrontato un percorso di chemioterapia e molti di questi sintomi li ho sperimentati sulla mia pelle. Avrei potuto affrontarli diversamente se avessi avuto la possibilità di informarmi e confrontarmi, come invece puoi fare tu adesso.

Articolo-Chemioterapia-effetti

Ecco un elenco dei disturbi più comuni che affronta chi ha finito la chemioterapia, accompagnati da qualche consiglio per attenuarli.

 

Anemia e stanchezza
La stanchezza è dovuta al fatto che la carenza di ferro comporta un minor trasporto di ossigeno alle cellule.
Cosa fare

  • Evita tè e caffè. Mangia vongole, legumi, pomodori secchi, verdure a foglia verde, spezie secche. Codisci i piatti con scorza di limone bio: la vitamina C che contiene facilita l’assorbimento del ferro.

Alterazione del gusto e dell’olfatto
Cosa fare

  • Prima di mangiare, risciacqua bene la bocca con acqua fresca.
  • Privilegia le pietanze fredde ed evita alimenti dall’odore intenso come aglio, cipolla, cavoli, fritti.

Infiammazioni del cavo orale o dell’intestino
Cosa fare

  • Evita i cibi acidi (es. pomodori, agrumi), piccanti, speziati, troppo caldi, biscotti, crostini e i prodotti da forno che contengono fibre, dolciumi e le bevande frizzanti e zuccherate o con caffeina.
  • Consuma creme di riso integrale, di legumi, di verdura verde, pesce azzurro, frutta secca, olio extra vergine di oliva.

Secchezza delle fauci
Cosa fare

  • Bevi spesso e, se la stagione lo permette, preparati dei ghiaccioli in casa con ingredienti naturali: succhiare il ghiaccio ti darà sollievo.
  • Privilegia cibi morbidi e umidi.

Diarrea
Cosa fare

  • Evita latticini e yogurt, dolci, cioccolata, alimenti ricchi di fibre. Bevi e mangia in piccole quantità ma di frequente. Privilegia riso, patate, carni bianche, pesce, uova, bevande vegetali (latte di riso, latte di soia, ecc.).

Stitichezza
Cosa fare

  • Bevi molto durante la giornata lontano dai pasti, non solo acqua ma anche tè, tisane e succhi alla prugna.
  • Consuma più cibi integrali e fai attività fisica quotidianamente, anche se moderata.

Nausea e vomito
Cosa fare

  • Lo stomaco non deve mai essere vuoto, quindi consuma piccoli spuntini a temperatura ambiente. Privilegia cibi salati e asciutti (es. gallette di riso integrale), evita invece fritti o alimenti dall’odore intenso, cibi e bevande dolci, proteine animali, cereali cotti al forno.
  • Non bere durante i pasti.

Hai sperimentato di persona qualcuno di questi disturbi? Se hai bisogno di parlarne contattami in privato scrivendo a cercoachmara@gmail.com

La prima consulenza è gratuita!

Chiamami senza impegno e scopri se il cancer coaching fa per te!

Comments

  1. Canuti Patrizia

    Buonasera
    Ho finito da 4 anni chemioterapia tutto un ciclo pesantissimo e dopo radioterapia più chemioterapia associata
    Dopo il trattamento con tutti gli effetti collaterali terribili che non sto ad elencare mi è venuta uno neuropatia cronica dalle mani ai piedi
    I vari dottori mi parlavano di una fase transitoria
    Neurologi mi hanno propinato Lirica e quant’altro compreso integratori
    Non ho equilibrio ho mani e piedi perennemente addormentati e cado di continuo .
    Lunica cosa che si è attenuata sono le scariche elettriche che avevo lungo le braccia e gambe .
    Conclusione i dottori non sanno che farci.
    La mia domanda è se lei sa di casi simili e può darmi qualche consiglio.
    Grazie

    1. Author
      Mara

      Ciao Patrizia, ci tengo sempre a precisare che non sono un medico, non sono una psicologa, non sono una nutrizionista, non posso né voglio sostituire queste figure professionali. Sono una Cancer Coach e voglio semplicemente mettere a tua disposizione tutta la mia esperienza e conoscenza. Se mi vuoi chiamare anche solo per un confronto, sappi che io ci sono e il mio numero lo trovi sul sito …
      Adesso in breve ti potrei solo chiedere se hai avuto approcci anche olistici per superare questo problema, per esempio bioenergetica, o Ayurveda…
      Attendo una tua gentile risposta, per esserti di più aiuto!

      Grazie ciao

  2. Valeria Trigolo

    È tutto vero! Bisogna pensare che il cancro occupa una parte della tua vita, non la tua intera vita. Ricordo che prima di andare a fare la chemioterapia mi truccavo, mi vestivo con cura. Avevo bisogno di credere nel modo più assoluto che mi trovavo in quel reparto solo di passaggio. Mi ha aiutato molto! Ciao

    1. Author
      Mara

      Cara Valeria, ti comprendo bene ed è proprio come dici anche tu!! L’atteggiamento nel vivere terapie e malattia è fondamentale e ci aiuta a guardare oltre e trovare il bello che c’è in noi!
      Siamo donne e lo siamo tanto di più dopo aver attraversato un cancro!
      Buona vita!
      Grazie

Lascia un commento