Se hai vergogna, non leggere!

Pubblicato in Blog, SOS Cancro da MaraLascia un commento

Il sentimento che ho provato per troppo tempo è stato proprio quello della vergogna.
La vergogna di essere malata, la vergogna di essere senza capelli, la vergogna di essere ingrassata per via delle terapie, di essere arrabbiata, a volte scorbutica e altre silenziosa…
Insomma avevo vergogna a manifestare ciò che stavo vivendo, come se fosse colpa mia, come se gli altri avessero il diritto di lasciarmi in disparte, come se tutto quello che mi aveva stravolto la vita me lo fossi cercato. Avevo vergogna e il senso di colpa per aver tolto la serenità alla mia famiglia, ai miei cari e alle amiche che sentivo aver paura più di me…

Avevo vergogna di farmi vedere triste, di piangere e di arrabbiarmi e quindi cosa facevo? Sopportavo. Trattenevo. Facevo finta che andasse abbastanza bene e soprattutto non mi lamentavo mai… È incredibile come ci sia gente che si lamenti per la fila alle poste, per il caffè troppo amaro o troppo dolce, per il tempo nuvoloso e tu che hai veramente il motivo buono per cui lamentarti non ti lamenti! Pazzesco!

se_hai_vergogna

E allora mi sono chiesta: cosa scatta internamente ad una donna malata? Scatta la sua anima crocerossina, la sua indole da infermiera e salvatrice di tutto e tutti e scatta la dinamica di proteggere gli altri dal dolore, perché in questa maniera da una parte cerchi di non sentirlo neanche tu e dall’altra li rassicuri, perché una cosa è certa: non vuoi essere compatita! Ce ne è già troppa di gente per la strada che ti guarda con occhi diversi … vero?

Ma agire e pensare così non fa bene alla tua salute perché si continua ad implodere per la rabbia, la tristezza e la paura che vivi in questi momenti. Come fare? Per prima cosa, cercando di riconoscere e accettare questi stati d’animo, poi prendendosi il diritto di essere come si è e mandare a quel paese chi ci sta vicino e non ci comprende … perché, diciamocelo, un bel vaf… a volte è più liberatorio e terapeutico di una pillolina 😉

La prima consulenza è gratuita!

Chiamami senza impegno e scopri se il cancer coaching fa per te!

Lascia un commento